Allunghiamo veramente la stagione turistica

Lettera ai Sindaci rivieraschi della Sardegna

E’ giunta l’ora di dire “Basta!” alle stagioni turistiche che durano una
misera manciata di settimane ed al mortorio sepolcrale dei villaggi turistici
per nove-dieci mesi all’anno ed alla nostra conseguente economia
precaria, eternamente appesa ad un filo. E’ sufficiente un lieve calo di
presenze di turisti che “salta la stagione” lasciandoci tutti in difficoltà
finanziaria, difficoltà che si acuisce ancor più coincidendo con una crisi
economica così marcata come l’attuale, che sta facendo saltare numerose
imprese.

E’ quindi giunta l’ora delle decisioni coraggiose da parte delle Autorità Comunali e Regionali, che devono prendere le loro responsabilità
davanti agli elettori e trovare le soluzioni definitive per produrre risultati
veri e non solo chiacchiere come hanno sempre fatto fino ad ora.

Da sempre tutti gridano: “Allunghiamo la stagione”, ma questo non si
realizza con qualche avvenimento occasionale e saltuario in bassa stagione.
Ci vogliono LE STRUTTURE, strutture che garantiscono una presenza costante di turisti TUTTO L’ANNO. Si, avete letto bene, tutto l’anno!

Campi da golf
Il primo tipo di strutture di cui la Sardegna dovrebbe dotarsi è costituito dai campi da golf, ma ce ne vogliono TANTI, perché i golfisti vanno dove c’è una grande scelta. In Algarve e Costa del Sol col clima simile al
nostro ce ne sono a centinaia e per questo la stagione dura tutto l’anno,
anche quando piove. Però realizzare i campi da golf costa tanto,
circa 500.000 Euro a buca e non è possibile ammortizzarli con le sole “green fees”. E quindi cari Sindaci, bisogna capire che è indispensabile concedere delle cubature all’imprenditore, il necessario sufficiente a giustificare il ritorno sull’investimento. Si potrebbe dire: “No ville, no party!”
Questa è la verità e sono inutili tutte le polemiche ideologiche.

Trekking
Il secondo tipo di strutture indispensabili per allungare la stagione è la creazione di una rete di percorsi di trekking, da utilizzare anche d’inverno, dato che il nostro clima lo permette, specialmente per i turisti proveniente
dal freddo del nord Europa. Il nostro ambiente naturale è unico al mondo per bellezza ed è ideale per il turista amante dell’aria aperta e pulita e può soddisfare turisti e di tutte le età.

Per di più questi percorsi, hanno un costo irrisorio, ma vanno studiati, i sentieri puliti, attrezzati con panche e segnaletica e poi pubblicizzati, gestiti e sorvegliati, rendendoli più facili da seguire e più sicuri.

Marina
Il terzo tipo di struttura ideale per un’isola come la nostra, sono i Marina. Occorre creare una rete di porti turistici ogni 10-15 miglia, con approdi sicuri tali da consentire la circumnavigazione dell’isola. Attualmente sono
rare le barche che osano uscire dalle acque della Gallura e quindi il ricco business degli yacht non va oltre ed il resto della Sardegna ne è tagliata fuori.

Se si aggiunge qualche grosso cantiere per l’invernaggio delle barche, la Sardegna potrebbe diventare un polo nautico per tutto il Tirreno e il Nord Africa, con lavoro garantito per le nostre maestranze tutto l’anno. In Turchia il turismo nautico continua tutto il mese di Ottobre, (mentre da noi termina il 25 Agosto) e i cantieri navali della Turchia lavorano febbrilmente tutto l’inverno, con lunghe liste d’attesa per il semplice alaggio e varo delle barche, perfino a notte fonda!

Questi tre tipi di strutture sono quelle irrinunciabili per allungare veramente la stagione turistica in Sardegna. Ci sarebbe anche altro da fare, ma è indispensabili iniziare con la realizzazione di queste strutture, se vogliamo avere certezza sull’allungamento della stagione turistica, aumento dei posti di lavoro e dare stabilità economica e benessere a tutte le
nostre imprese di settore con riflessi importanti su tanti altri settori
dell’economia.

Inoltre creerebbero una ricaduta positiva anche sull’economia dell’interno, con un numero ancora maggiore di turisti benestanti alla ricerca di musei, siti archeologici, cibi sardi, prodotti dell’artigianato di qualità durante tutto
l’anno.

Cari Sindaci, ci vuole coraggio e determinazione per superare gli ostacoli alfine di cambiare le cose, altrimenti, assieme alle lacrime, restano solo i sogni e le chiacchiere.

Vi ringrazio per l’attenzione e vi auguro buon lavoro.

Lorenzo Camillo
4-10-2010

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>