Nuraghe trascurato, Sardegna occasione mancata

E’ una vita che vivo in Sardegna ed essendo un po’ appassionato di archeologia, di nuraghi ne ho visitato parecchi, almeno quei più noti e anche qualcuno su percorso di trekking.
Mi è capitato ora di sfogliare il libro “Sardegna Archeologica dal Cielo”, di Alberto Moravetti, (Carlo Delfino Editore) e mi sono meravigliato di scoprire che ce ne sono ancora tantissimi da vedere, compreso tanti veri villaggi nuragici che, assieme alle recenti scoperte sui Giganti di Monte Prama, testimoniano la presenza di una grande civiltà antica in Sardegna, forse una delle prime in Europa, di cui i Sardi ne possono andare fieri.

Mi rendo conto che questo aspetto della Sardegna è poco pubblicizzato e andrebbe valorizzato e fatto conoscere come grande attrazione turistica. La Regione Sardegna e lo Stato italiano dovrebbero investire molto di più nell’archeologia sarda e scavare i tanti nuraghi ancora trascurati.

Il nuraghe Prisgiona di Arzachena, per esempio, era un anonimo mucchio di pietre fino a pochi anni fa, ma ora si sta rivelando un grande bellissimo complesso nuragico, che diventerà un ulteriore attrazione turistica per i frequentatori della Costa Smeralda.

La stramaggioranza dei nostri nuraghi invece, non è stata scavata PER NIENTE! Una vergogna! Un patrimonio turistico inutilizzato, sprecato e che cade sempre più in rovina.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>