Alcuni suggerimenti inviati a rivoluzione@governo.it


Proposte per risolvere alcuni problemi dell’Italia

Senso Civico – amor di Patria
Per combattere l’evidente degrado della società: imbrattamento dei marciapiedi e delle strade, le discariche abusive, i graffiti sui muri, il parcheggio in doppia fila, il vandalismo ecc, bisogna iniziare dal basso, dalla Scuola ed educare bene i bambini, a rispettare il prossimo, la cosa pubblica e la propria Patria.

Soluzione 1 - imporre corso di Senso Civico nelle scuole primarie, previo apposito corso preparatorio degli insegnanti.

Soluzione 2 - mandare in onda giornalmente sui canali RAI la Pubblicità Progresso, con lezioni di Senso Civico per educare tutti i cittadini.

Soluzione 3 - issare la bandiera italiana in tutte le strutture pubbliche e incentivarne l’uso da parte dei cittadini. 
Moralità
Negli ultimi 25 anni c’è stato un evidente calo di moralità generale della nostra Società, con mancanza di un minimo di pudore nella pubblicità, con incoraggiamento all’esibizionismo e all’idealizzazione del dio denaro. Le TV private e la RAI hanno gravissime colpe in questo senso. La RAI, essendo TV di Stato dovrebbe avere ben altri scopi superiori, di educare e di moralizzare i cittadini. Lasciamo ai canali privati di seguire scopi puramente commerciali, ma comunque con osservanza di un ben definito codice deontologico e di comportamento.

L’accaparramento della RAI da parte dei Partiti politici ha contribuito allo snaturamento del suo scopo originale idealistico.

Soluzione 4 - togliere la RAI dalle grinfie dei Partiti politici.

Soluzione 5 - eliminare dalla programmazione RAI tutti i programmi prettamente scandalistici e frivoli, lasciando solo programmi seri, degni di una TV di Stato, con il solo scopo di informare, educare e di moralizzare il popolo. Avrebbe inoltre, un bilancio molto più contenuto e con meno spreco di denaro pubblico e con risultati benefici sulla cultura e salute morale della popolazione italiana. 

I canali conseguentemente superflui dovrebbero essere venduti per rimpinguare le casse dello Stato. 


Corruzione
La corruzione in Italia si è estesa da cima a fondo del Paese, in tutti i livelli della Pubblica Amministrazione, dove tutti i dirigenti sono insediati su quelle poltrone per motivi politici, NON per capacità manageriale. Infatti formano una Casta che pensa solo ai voti e ai finanziamenti illeciti del proprio partito e ad aumentare e a conservare i propri privilegi e NON al bene del popolo cui deve servire. Si apre così la porta alla concussione e alla corruzione e l’accesso della malavita con appalti truccati.

Nella definizione di “corruzione” si intende anche il nepotismo ed il favoritismo rampante nelle Regioni, Provincie e nei Comuni, dove si piegano le regole per favorire gli amici e parenti, lasciando aperte le porte alla corruzione, male endemico dell’Italia, con effetti devastanti sugli appalti pubblici, sulle casse pubbliche, sulla competitività delle imprese e sull’ambiente. La devastazione urbanistica di molte regioni dell’Italia è causata proprio da questo tipo di corruzione, rovinando la bellezza naturale del territorio che fa parte di una delle nostre principali attrazioni turistiche.

Soluzione 6 - combattere la corruzione con tutti i mezzi a tutti i livelli, con pene severe e certe, senza eccezioni (si dice che attualmente nelle prigioni italiane ci sono solo undici persone condannate per questo reato).


Giustizia
Dove non c’è giustizia, non c’è moralità ne speranza e le cause e i processi che si protraggono per decine e decine di anni favoriscono i disonesti a discapito degli onesti e delle persone per bene. E così anche le pene irrisorie per i delinquenti che se la ridono ed escono a piede libero, per subito ricominciare a delinquere. La malagiustizia non favorisce l’investimento in Italia di imprese straniere.

Soluzione 7 - riformare la Giustizia italiana, qualificando maggiormente i candidati magistrati, modernizzando, informatizzando e ottimizzando le strutture.


Forze dell’Ordine
A confronto con gli altri Paesi Europei, in Italia vige la anarchia, di cui uno se ne accorge subito al rientro in Italia dall’estero. Per via della Pubblica Amministrazione altamente inefficiente e in parte corrotta, non c’è ordine, anzi c’è il caos: imbrattamento, discariche abusive, inosservanza delle più elementari regole del traffico, ambulanti abusivi, camion bar davanti i monumenti, accattonaggio di falsi mendicanti, scippi, borseggiamenti, dilagante evasione fiscale lampante ecc ecc. (La scandalosa costante assenza dei Vigili Urbani dalle strade di Roma è evidente causa del notorio dissesto del traffico e ordine nella nostra Capitale)

Sono tante le nostre Forze dell’Ordine, Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili Urbani, Ausiliari del Traffico, Forestali, Guardia Costiera, Protezione Civile, Vigili del Fuoco, Barracelli ecc, ma il disordine e la illegalità perversa in tutta la società.  Sarebbe ora di fare ordine sulle competenze di ciascun Corpo, con evidenti risparmi sui costi e maggiore disciplina e ordine nel Paese.

Soluzione 8 - imporre maggior impegno a tutte le Forze dell’Ordine a fare il loro dovere a mantenere l’ordine nel Paese, assicurando pene certe per ogni infrazione delle regole, che servirà a disciplinare gli Italiani (come lo sono all’estero) e far da maggior deterrente ed il totale rispetto delle regole. 

Soluzione  9 - studiare come fare degli accorpamenti ed unificazioni dei Corpi sotto un controllo unico e efficiente, in particolare tra Polizia e Carabinieri.

Soluzione  10 - togliere dalla Forestale i controlli sul mare, competenza esclusiva della Guardia Costiera e dei controlli sull’edilizia, competenza esclusiva dei Vigili Urbani.


Pubblica Amministrazione e Burocrazia
In inglese, “Pubblic Service” e l’impiegato “Public Servant”, concetti chiari, di “rendere un Servizio al Pubblico”, ben diverso dalla nostra Pubblica Amministrazione, che è considerata dai suoi impiegati una pacchia: un posto fisso, intoccabile, dove si lavoro poco, ben pagato e dove il cittadino è considerato uno scocciatore che viene a disturbare la quiete.

Anche qui i Partiti politici hanno fatto incetta di voti, facendo fare un mare di assunzioni inutili e piazzando in tutte le posizioni strategiche, non manager professionali, ma generalmente delle persone incompetenti comunque capaci solo di portare voti e soldi al Partito (abbiamo visto tassisti a capo degli ospedali). Il risultato è grande inefficienza e una mole impressionante di esuberi e fannulloni, che gravano pesantemente sulle casse dello Stato, senza dare un servizio valido ai propri cittadini.

Altro risvolto pesante della Pubblica Amministrazione inefficiente è sull’economia italiana, con una burocrazia farraginosa prodotta da burocrati incompetenti, che strozza gli imprenditori e conseguentemente tutta l’economia del Paese. Inoltre viene scoraggiato qualsiasi potenziale investitore straniero dalla poca certezza delle regole, dalle inutili complicazioni, nonché dalla corruzione e quindi costi eccessivi.

Soluzione 11 - per ridurre gli inutili costi alti della Pubblica Amministrazione sfoltire i numerosissimi esuberi.

Soluzione 12 - licenziare i dirigenti incapaci e fannulloni e sostituirli con manager professionali qualificati e competenti.

Soluzione 13 - semplificare al massimo e sistematicamente, tutte le regole burocratiche in tutti i settori.

Soluzione 14 - proibire la richiesta di più firme dalla stessa persona su un unico foglio, cioè limitare ad una firma per pagina (certe banche ne chiedono perfino sette firme per pagina).


Finanziamenti pubblici
Il Popolo Italiano si è espresso chiaramente a favore dell’eliminazione dei finanziamenti pubblici ai Partiti con un Referendum, per via degli abusi che si sono creati negli anni, sprecando una grande mole di fondi pubblici, che vanno solo a pagare i privilegi esagerati dei membri della Casta di politici.

Poi ci sono molte altre Caste che vivono riccamente a carico dello Stato italiano, i Sindacati con il loro miliardo di Euro annuali, i centinaia di Giornali e giornaletti in tutte le località italiane, i centinaia di Enti completamente inutili, le Province che finalmente forse si elimineranno, dove i miliardi dello Stato si disperdono in milioni e milioni di rivoli, senza produrre alcuna ricchezza generale, se non solo ai membri privilegiati della propria Casta.

Soluzione 15 - rispettare il referendum e eliminare finanziamenti pubblici ai Partiti politici, che devono vivere solo dai contributi dei propri elettori.

Soluzione 16  - eliminare finanziamenti pubblici ai Sindacati, che devono vivere solo dai contributi dei propri iscritti.

Soluzione 17  - contenere finanziamenti pubblici ai Giornali, che devono vivere principalmente dalle proprie vendite e pubblicità.

Soluzione 18  - eliminare tutti gli Enti Inutili

Soluzione 19  - eliminare le Provincie e tutti gli sprechi in tutti i settori.


Tasse
Lo Stato italiano che deve mantenere un apparato statale mastodontico e affrontare eccessivo sovraccosto degli appalti truccati e affrontare eccessivi e inutili finanziamenti pubblici, ovviamente deve tassare eccessivamente il proprio popolo ed in effetti, l’Italia ha ora una delle più alte tassazioni, dirette e indirette, del mondo. Ha raggiunto una tassazione insostenibile che sta facendo morire la pregiatissima imprenditoria italiana, costretta o a chiudere o a traslocare all’estero.  

Soluzione 20  - una volta ridotti i costi eccessivi di cui sopra, ridurre drasticamente tutte le tassazioni gravanti sul Popolo italiano, sugli imprenditori e sulle imprese.


Turismo
L’Italia ha enormi potenzialità di sviluppo economico attraverso il turismo, dovuto alle bellezze del paesaggio, del mare e delle isole, della cultura, arte, archeologia, cucina ecc, che andrebbe incentivata e gestita da manager competenti.

Soluzione 21  - ripristinare il Ministero  per il Turismo, con dirigenti esperti del settore

Soluzione 22 - favorire la creazione dei campi da golf che allungano la stagione turistica, notoriamente troppo breve in Italia nelle località turistiche estive.

Soluzione 23 - unificare gli sforzi di marketing dell’Offerta Italia sotto un unico ufficio centrale. Le delegazioni e presentazioni attuali di privati, Comuni, Provincie e Regioni, sono patetici, inefficaci e un grande spreco di denaro prezioso.

Soluzione 24 - mettere a frutto l’immenso patrimonio artistico-archeologico del Paese, assumendo manager professionali con concorso internazionale per i musei e siti archeologici e non con i soliti incapaci raccomandati politici.

Lorenzo Camillo

3 Maggio 2014

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>