Rai – abuso di funzioni di TV di Stato – Mabi Satta

La trasmissione Rai “Ballando con le Stelle” non premia il più bravo a ballare, ma la persona più conosciuta e ancor meno importa per quali meriti.  E’ emerso  più di sempre sabato 25 febbraio dal ballottoggio del pubblico che ha escluso i piú bravi ballerini. Se è proprio la TV di Stato a passare il messaggio “Vinca il più conosciuto, non il più bravo!” è veramente grave.

Povera Italia! La conduttrice Milly Carlucci in una intervista dice che il programma “Ballando con le Stelle” non è un programma pagato con il canone Rai e per questo ha molte interruzioni pubblicitarie. Ma la TV di Stato non dovrebbe essere educazionale oltre a quello di intrattenimento? Allora è una TV di stato o una TV commerciale?

Forse c’è da fare molto ordine nella nostra TV di Stato, mantenuta a lacrime e sangue dai nostri canoni e quando non  bastano i soldi per pagare ballerine, saltimbanchi e predicatori, si attinge anche alle nostre tasse che già non bastano a pagare i letti negli ospedali….

E aggiungo, se è un programma commerciale, come far capire la Carlucci, allora a quale titolo occupa la rete di Stato? Lasciamo alle TV private a fare il commerciale e alla Rai a fare una seria TV a servizio di informazione e di acculturamento dei cittadini italiani e non stare a pensare solo all’audience con grande sperpero di denaro pubblico.

Mabi Satta

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>